icona
Tema
  • Agricoltura

Licenza di pesca

Cittadini

Scheda informativa per l'utenza "Cittadini"

Box accesso cittadini

L'accesso è sottoposto ad autenticazione (user + password), per gli utenti di Regione Piemonte l'accesso è consentito con certificato digitale

L'accesso richiede l'utilizzo di credenziali SPID

Avvisi

La versione offre nuove funzionalità a chi accede al servizio utilizzando SPID oppure la Carta di identità elettronica oppure la Carta nazionale dei servizi.
L’accesso con SPID consente al sistema l'identificazione immediata dell'utilizzatore e quindi il cittadino potrà consultare gli avvisi di pagamento emessi, i relativi pagamenti e le ricevute senza la necessità di inserire il Codice Avviso di pagamento.
A chi ha già utilizzato il sistema sarà possibile rinnovare la licenza a partire dal mese precedente la scadenza. Sarà possibile per esempio rinnovare una licenza in scadenza il 15 luglio 2021 a partire dal 15 giugno 2021.
La nuova licenza avrà validità 365 giorni, oppure tre mesi per la licenza tipo D, a decorrere dalla data del nuovo pagamento. Dopo aver effettuato il pagamento è necessario scaricare la ricevuta dal sistema e portarla con sé durante l’esercizio della pesca.
Le modalità di rinnovo e pagamento sono le stesse dello scorso anno.

Utenti del servizio

  • Cittadini
  • Pubblica Amministrazione

Presentazione

Prima di accedere al servizio è molto importante leggere le FAQ

L’esercizio della pesca professionale e dilettantistica nelle acque della regione, ad eccezione di quelle denominate acque pubbliche in disponibilità privata, ai sensi della L.R. 37/2006 e del Regolamento approvato con D.P.G.R. 10 gennaio 2012, n. 1/R, è subordinata al possesso di una delle seguenti licenze:

  • licenza di tipo A per la pesca professionale (licenza per la pesca con tutti gli attrezzi)
  • licenza di pesca di tipo B e D dilettantistica (licenza per la pesca con canna con o senza mulinello, con uno o più ami, tirlindana, bilancia di lato non superiore a m.1,5)
  • permesso di pesca temporaneo

La licenza di tipo A per la pesca professionale, è rilasciata dalla Citta Metropolitana di Torino o dalla Provincia di residenza a seguito della dimostrazione di avvenuta costituzione dell’impresa di pesca e del pagamento delle tariffe della tassa di rilascio e della tassa e soprattassa annuale regionale per la licenza di tipo A. Ha validità di sei anni decorrenti dalla data di rilascio.

La licenza di tipo B per la pesca dilettantistica è costituita dalla ricevuta di versamento in unica soluzione delle tariffe della tassa e soprattassa annuale regionale per la licenza di tipo B. La ricevuta deve essere scaricata dal sistema.

Gli effetti della licenza di pesca dilettantistica decorrono dal versamento della tassa e soprattassa regionale e hanno validità di trecentosessantacinque giorni.

Sono esonerati dal pagamento della tassa e soprattassa regionale per l’esercizio della pesca dilettantistica, nelle acque libere del territorio della Regione Piemonte, i cittadini italiani minori di anni 14 ed i soggetti di cui all'articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate). Tali esenzioni hanno validità esclusivamente sul territorio della Regione Piemonte. Coloro che intendono praticare la pesca dilettantistica nelle altre regioni debbono attenersi alle disposizioni in esse vigenti.

La licenza di tipo D per la pesca dilettantistica da parte di stranieri è costituita dalla ricevuta di versamento della tassa di rilascio per la licenza di tipo D. Tale licenza è rilasciabile unicamente a cittadini stranieri; i suoi effetti decorrono dal versamento della tassa di concessione e hanno validità di tre mesi.

Durante l'esercizio della pesca occorre portare con sé, unitamente alla ricevuta di versamento della tassa e della soprattassa regionali per le licenze di tipo A e B o della ricevuta di versamento della tassa per la licenza di tipo D, anche un documento di identità da esibire ad eventuale richiesta degli agenti di vigilanza. Per tutte le tipologie di licenza le ricevute devono essere scaricate dal sistema. 

Il permesso temporaneo di pesca giornaliero ha validità esclusivamente nelle acque del territorio della Città metropolitana di Torino o della provincia e sono le stesse a stabilire le procedure per il suo rilascio.

Le licenze di pesca rilasciata nelle altre regioni italiane e nelle province autonome di Trento e Bolzano hanno validità sul territorio regionale del Piemonte.

A decorrere dal 1° luglio 2020 la tassa e la soprattassa regionale dovranno essere pagate in un’unica soluzione secondo gli importi e le modalità di seguito indicati utilizzando il motore dei pagamenti PAGOPA.

Licenza di tipo A: € 65,00 (tassa € 22,00, soprattassa € 43,00)

Licenza di tipo B: € 35,00 (tassa € 12,00, soprattassa € 23,00)

Licenza di tipo D: € 14,00


Diritti demaniali esclusivi di pesca delle Province e della Città Metropolitana di Torino

La tariffa annuale per i diritti demaniali esclusivi di pesca, ove prevista, NON è compresa nei 35,00 euro della licenza di pesca. Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare la pagina dedicata sui siti istituzionali delle Province e della Città metropolitana di Torino di interesse.

Come effettuare il pagamento e ottenere la licenza

Per effettuare il pagamento occorre accedere al sistema con SPID (consigliato) oppure con accesso libero, indicare la cittadinanza italiana oppure estera, fornire il proprio codice fiscale, cognome, nome ed eventuale indirizzo mail.

Successivamente scegliere il tipo di licenza e proseguire nel pagamento differito, con emissione di avviso di pagamento, oppure on line con carta di credito, carta prepagata oppure altri mezzi che consentono di pagare on line su Internet.

Per scaricare la ricevuta occorre accedere al sistema con SPID (consigliato) oppure con accesso libero. Con accesso libero occorre indicare il Codice Avviso (IUV) per poter scaricare la ricevuta. Con SPID si possono scegliere le ricevute in archivio da un elenco proposto a video senza necessità di conoscere lo IUV.

Prima di procedere al pagamento consultare le FAQ.

Possibilità di pagamento:

  1. Con il "Pagamento online" potrai pagare subito utilizzando il tuo home banking (per le banche abilitate, cerca i loghi CBILL o pagoPA), oppure con carta di credito o con altre forme di pagamento che ti verranno proposte.
  2. Con il "Pagamento differito" dovrai scaricare e stampare l'avviso di pagamento, che potrai utilizzare per pagare presso gli sportelli ATM della tua banca (se abilitati), presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5 oppure presso gli Uffici Postali.

Assistenza

Per supporto alla generazione dello IUV (avviso di pagamento)
800 333 444
Per malfunzionamenti o assistenza all'utilizzo del servizio Licenza di Pesca
011.0824455
lun - ven ore 8.00 - 18.00, festivi esclusi

Scheda informativa per l'utenza "Enti pubblici"

Box accesso PA

L'accesso è sottoposto ad autenticazione (user + password), per gli utenti di Regione Piemonte l'accesso è consentito con certificato digitale

Avvisi

La versione offre nuove funzionalità a chi accede al servizio utilizzando SPID oppure la Carta di identità elettronica oppure la Carta nazionale dei servizi.
L’accesso con SPID consente al sistema l'identificazione immediata dell'utilizzatore e quindi il cittadino potrà consultare gli avvisi di pagamento emessi, i relativi pagamenti e le ricevute senza la necessità di inserire il Codice Avviso di pagamento.
A chi ha già utilizzato il sistema sarà possibile rinnovare la licenza a partire dal mese precedente la scadenza. Sarà possibile per esempio rinnovare una licenza in scadenza il 15 luglio 2021 a partire dal 15 giugno 2021.
La nuova licenza avrà validità 365 giorni, oppure tre mesi per la licenza tipo D, a decorrere dalla data del nuovo pagamento. Dopo aver effettuato il pagamento è necessario scaricare la ricevuta dal sistema e portarla con sé durante l’esercizio della pesca.
Le modalità di rinnovo e pagamento sono le stesse dello scorso anno.

Utenti del servizio

Pubblica Amministrazione

Presentazione

L’esercizio della pesca professionale e dilettantistica nelle acque della regione, ad eccezione di quelle denominate acque pubbliche in disponibilità privata, ai sensi della L.R. 37/2006 e del Regolamento approvato con D.P.G.R. 10 gennaio 2012, n. 1/R, è subordinata al possesso di una delle seguenti licenze:

  • licenza di tipo A per la pesca professionale (licenza per la pesca con tutti gli attrezzi)
  • licenza di pesca di tipo B e D dilettantistica (licenza per la pesca con canna con o senza mulinello, con uno o più ami, tirlindana, bilancia di lato non superiore a m.1,5)
  • permesso di pesca temporaneo

La licenza di tipo A per la pesca professionale, è rilasciata dalla Citta Metropolitana di Torino o dalla Provincia di residenza a seguito della dimostrazione di avvenuta costituzione dell’impresa di pesca e del pagamento delle tariffe della tassa di rilascio e della tassa e soprattassa annuale regionale per la licenza di tipo A. Ha validità di sei anni decorrenti dalla data di rilascio.

La licenza di tipo B per la pesca dilettantistica è costituita dalla ricevuta di versamento in unica soluzione delle tariffe della tassa e soprattassa annuale regionale per la licenza di tipo B. La ricevuta deve essere scaricata dal sistema.

Gli effetti della licenza di pesca dilettantistica decorrono dal versamento della tassa e soprattassa regionale e hanno validità di trecentosessantacinque giorni.

Sono esonerati dal pagamento della tassa e soprattassa regionale per l’esercizio della pesca dilettantistica, nelle acque libere del territorio della Regione Piemonte, i cittadini italiani minori di anni 14 ed i soggetti di cui all'articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate). Tali esenzioni hanno validità esclusivamente sul territorio della Regione Piemonte. Coloro che intendono praticare la pesca dilettantistica nelle altre regioni debbono attenersi alle disposizioni in esse vigenti.

La licenza di tipo D per la pesca dilettantistica da parte di stranieri è costituita dalla ricevuta di versamento della tassa di rilascio per la licenza di tipo D. Tale licenza è rilasciabile unicamente a cittadini stranieri; i suoi effetti decorrono dal versamento della tassa di concessione e hanno validità di tre mesi.

Durante l'esercizio della pesca occorre portare con sé, unitamente alla ricevuta di versamento della tassa e della soprattassa regionali per le licenze di tipo A e B o della ricevuta di versamento della tassa per la licenza di tipo D, anche un documento di identità da esibire ad eventuale richiesta degli agenti di vigilanza. Per tutte le tipologie di licenza le ricevute devono essere scaricate dal sistema. 

Il permesso temporaneo di pesca giornaliero ha validità esclusivamente nelle acque del territorio della Città metropolitana di Torino o della provincia e sono le stesse a stabilire le procedure per il suo rilascio.

Le licenze di pesca rilasciata nelle altre regioni italiane e nelle province autonome di Trento e Bolzano hanno validità sul territorio regionale del Piemonte.

A decorrere dal 1° luglio 2020 la tassa e la soprattassa regionale dovranno essere pagate in un’unica soluzione secondo gli importi e le modalità di seguito indicati utilizzando il motore dei pagamenti PAGOPA.

Licenza di tipo A: € 65,00 (tassa € 22,00, soprattassa € 43,00)

Licenza di tipo B: € 35,00 (tassa € 12,00, soprattassa € 23,00)

Licenza di tipo D: € 14,00


Diritti demaniali esclusivi di pesca delle Province e della Città Metropolitana di Torino

La tariffa annuale per i diritti demaniali esclusivi di pesca, ove prevista, NON è compresa nei 35,00 euro della licenza di pesca. Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare la pagina dedicata sui siti istituzionali delle Province e della Città metropolitana di Torino di interesse.

Come effettuare il pagamento e ottenere la licenza

Per effettuare il pagamento occorre accedere al sistema con SPID (consigliato) oppure con accesso libero, indicare la cittadinanza italiana oppure estera, fornire il proprio codice fiscale, cognome, nome ed eventuale indirizzo mail.

Successivamente scegliere il tipo di licenza e proseguire nel pagamento differito, con emissione di avviso di pagamento, oppure on line con carta di credito, carta prepagata oppure altri mezzi che consentono di pagare on line su Internet.

Per scaricare la ricevuta occorre accedere al sistema con SPID (consigliato) oppure con accesso libero. Con accesso libero occorre indicare il Codice Avviso (IUV) per poter scaricare la ricevuta. Con SPID si possono scegliere le ricevute in archivio da un elenco proposto a video senza necessità di conoscere lo IUV.

Prima di procedere al pagamento consultare le FAQ.

Possibilità di pagamento:

  1. Con il "Pagamento online" potrai pagare subito utilizzando il tuo home banking (per le banche abilitate, cerca i loghi CBILL o pagoPA), oppure con carta di credito o con altre forme di pagamento che ti verranno proposte.
  2. Con il "Pagamento differito" dovrai scaricare e stampare l'avviso di pagamento, che potrai utilizzare per pagare presso gli sportelli ATM della tua banca (se abilitati), presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5 oppure presso gli Uffici Postali.

Back office Enti pubblici

Gli Enti abilitati possono consultare l'archivio dei pagamenti monitorando l'avanzamento dei versamenti delle varie tariffe anche a fini contabili e possono ricercare e scaricare gli avvisi di pagamento e le ricevute generate dai cittadini in modo da poterle fornire a chi ne faccia richiesta.

Guida al servizio

Assistenza

Assistenza applicativa
tel. 0110824455
lun - ven ore 8.00 - 18.00, festivi esclusi
Informazioni amministrative
tel. 800333444
lun - ven ore 8.00 - 18.00, festivi esclusi