icona
Tema
  • Sanità

Graduatorie regionali dei medici di assistenza primaria e pediatria

Scheda informativa per l'utenza "Imprese e liberi professionisti"

Box accesso imprese

Il servizio è soggetto ad autenticazione tramite:
credenziali SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale
certificato TS-CNS

Avvisi

Dal 2 maggio 2022 al 21 maggio è possibile presentare on-line l’istanza per l’assegnazione incarichi di assistenza primaria per le zone carenti

Prendere visione delle "FAQ".

Utenti del servizio

Il servizio si rivolge ai medici.

Presentazione

La procedura consente di presentare domanda ai medici di medicina generale e medici pediatri che vogliono essere inclusi:

  • nelle graduatorie regionali di medicina generale e di pediatria

    I medici di medicina generale e medici pediatri aspiranti al convenzionamento possono presentare domanda per l’inclusione nelle graduatorie regionali di Medicina generale e di Pediatria, così come previsto dall’art. 2 dei recenti Accordi Collettivi Nazionali di settore, recepiti dalla Conferenza Stato – Regioni in data 21 giugno 2018, che sostituisce integralmente il previgente art. 15 dei relativi Accordi Collettivi Nazionali di settore.
     
  • nelle graduatorie per l’assegnazione incarichi di assistenza primaria per le zone carenti

    I medici di medicina generale in possesso dei requisiti possono presentare domanda per l’assegnazione dell’incarico ai sensi dell’art. 5 ACN 21 giugno 2018 dei medici di medicina generale.

Requisiti per la presentazione delle domande

L'invio della domanda è soggetto all'imposta da bollo da 16 €, utilizzabile per un'unica transazione e "annullata" secondo le indicazioni contenute nelle FAQ, oppure pagata direttamente on-line prima dell’invio della domanda.
Le domande che non soddisfano tali requisiti verranno respinte.

Graduatorie regionali per Medici di medicina generale

Graduatorie regionali per Medici pediatri

Assegnazione incarico in zona carente per Medici di medicina generale

Graduatorie regionali di medicina generale e di pediatria

Criteri per la formazione delle graduatorie

Le graduatorie regionali di medicina generale e di pediatria sono redatte in base ai criteri stabiliti dai seguenti articoli che sostituiscono integralmente il previdente art. 15 dei rispettivi AA.CC.NN. di settore:

conseguentemente il punteggio attribuito all’attività di servizio svolto sarà rideterminato alla luce dei nuovi criteri.

Si invitano i medici interessati a verificare le proprie attività precedentemente dichiarate.
Si segnala che le attività effettuate nell’ambito della medicina penitenziaria dovranno essere reinserite (se non già presenti nella continuità assistenziale) in quanto il nuovo art. 3 dell’ACN/2018 ha suddiviso le attività  precedentemente accorpate in un unico titolo di servizio.

Date e scadenze

Entro il 30 settembre saranno approvate e pubblicate sul BURP le graduatorie provvisorie.

Entro 15 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie provvisorie i medici interessati possono presentare, tramite PEC all’indirizzo personale.sanitario@cert.regione.piemonte.it, istanza motivata di riesame della loro posizione in graduatoria.

Entro il 30 novembre saranno approvate e pubblicate sul BURP le graduatorie definitive, che hanno validità annuale e sono utilizzabili per la copertura degli incarichi rilevati come vacanti nel corso dell’anno successivo.

Graduatorie assistenza primaria per zone carenti

Criteri per la formazione delle graduatorie

  • I medici in possesso dei requisiti per il trasferimento sono graduati in base all’anzianità di incarico a tempo indeterminato come medici di assistenza primaria, detratti i periodi di sospensione dall’incarico di cui all’ACN 2009, art. 18, c. 1. (I medici già titolari di incarico di assistenza primaria a tempo indeterminato possono concorrere all’assegnazione degli incarichi solo per trasferimento);
  • I medici inclusi nella graduatoria regionale valida per l’anno in corso sono graduati nell’ordine risultante dalla somma dei seguenti punteggi:
  • punteggio riportato in graduatoria regionale 2022;
  • punti 5 ai medici residenti in uno dei comuni compresi nell’ambito territoriale in cui presentano domanda, a condizione che essi vi siano residenti da almeno due anni antecedenti la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di inclusione in graduatoria regionale e che abbiano mantenuto tale requisito fino al conferimento dell’incarico;
  • punti 20 ai medici residenti nel territorio regionale da almeno due anni antecedenti la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di inclusione in graduatoria regionale e che abbiano mantenuto tale requisito fino al conferimento dell’incarico.
  • I medici che abbiano acquisito il diploma di formazione specifica in medicina generale successivamente alla data di scadenza per la presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria regionale valida per l’anno in corso sono graduati nell’ordine della minore età al conseguimento del diploma di laurea, del voto di laurea e dell’anzianità di laurea.

In caso di pari posizione, i medici di cui al punto 1) e 2) sono graduati nell’ordine di minore età, voto di laurea e anzianità di laurea.

Metodo di assegnazione

La Regione, o il soggetto da questa individuato, interpella:

  1. In prima fase, i medici in possesso del diritto di trasferimento nella misura di un terzo degli incarichi disponibili in ciascuna ASL (Gli eventuali quozienti frazionali ottenuti nel calcolo si approssimano all’unità più vicina). In caso di disponibilità di un solo posto, esso potrà essere assegnato ai candidati in possesso di tale diritto;
  2. In seconda fase, i medici inclusi nella graduatoria regionale valida per l’anno in corso, in ordine di punteggio totale decrescente, secondo le seguenti riserve:
    • a) 80% a favore dei medici in possesso del titolo di formazione in medicina generale;
    • ) 20% a favore dei medici in possesso di titolo equipollente al titolo di formazione in medicina generale.
    Qualora, per carenza di domande non vengano assegnati tutti gli incarichi spettanti ad una delle due riserve, essi potranno essere assegnati all’altra.
    Gli aspiranti possono concorrere esclusivamente per una delle due riserve.
    I quozienti frazionali derivanti dall’applicazione delle percentuali di riserva sono approssimati all’unità più vicina. In caso di quoziente frazionale pari, il posto viene assegnato alla riserva più bassa;
  3. In terza fase, i medici che abbiano acquisito il diploma di formazione specifica in medicina generale successivamente alla data di scadenza per la presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria regionale valida per l’anno in corso. Essi sono graduati nell’ordine della minore età al conseguimento del diploma di laurea, del voto di laurea e dell’anzianità di laurea. Tra di essi, verranno interpellati prioritariamente i residenti nell’ambito territoriale carente, poi i residenti nel territorio aziendale, successivamente i residenti in regione e da ultimo i residenti fuori regione;

La scadenza dei termini per la conclusione del procedimento di assegnazione degli incarichi, in ragione della sua complessità, si concluderà entro 180 giorni dalla loro pubblicazione (L. 241/90 e s.m.i.).

Normativa

Assistenza

Per assistenza su problemi di autenticazione o blocchi della procedura:
Email: supporto.salute@csi.it
Telefono: dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 18:00
tel. 011.0824243

Per assistenza normativa:
(graduatorie Medicina generale) Rosaria Di ...

leggi tutto